Mese: ottobre 2015

La parte del vero poliziotto. Nic Pizzolatto e Roberto Bolaño

Bolano

Dopo House of Cards, ecco che  questo blog concede spazio ancora ad una serie TV colta, profonda e ricca di allusioni letterarie, sebbene da quella diversissima . La prima stagione di True Detective,  firmata dal giovane sceneggiatore e romanziere statunitense Nic Pizzolatto, si configura non solo come un capolavoro  del genere ma è anche intrisa di reminiscenze letterarie, da Faulkner a Lovecraft, a Robert W. Chambers, autore del romanzo breve The king in yellow, più volte esplicitamente citato nella serie.  Una profonda influenza, tuttavia, sembra essere esercitata anche dall’opera di Roberto  Bolaño, in particolare dal romanzo 2666,  e dal suo  seguito, I dispiaceri del vero poliziotto (evidentemente riecheggiato nel titolo della serie) in cui  la ricerca di un colpevole non è che mero esercizio intellettuale, del tutto irrilevante  a fronte dell’edificazione di un sistema del Male che appare inscalfibile.

(altro…)

Annunci